Progetto “Minerva: per un’educazione consapevole contro l’intolleranza e la violenza di genere”
Home » Notizie » Progetto “Minerva: per un’educazione consapevole contro l’intolleranza e la violenza di genere”
 

Traduci in

Italian English French German Polish Romanian Spanish

Registro elettronico

L'Officina dei Saperi

POR FESR Sicilia

European Quality Label

La Scuola in Chiaro

Login




Progetto “Minerva: per un’educazione consapevole contro l’intolleranza e la violenza di genere” PDF
Scritto da I due docenti tutor: Tania Gallina e Vincenza Ventimiglia.   
Sabato 20 Maggio 2017 08:58
Hits

(Album fotografico) Nella nostra Istituzione scolastica hanno preso avvio le attività laboratoriali per la realizzazione del progetto finanziato dal MIUR e promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità (DPO) per la realizzazione d’iniziative per l’attuazione del “Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere” (d.p.c.m 7 luglio 2015).
L’obiettivo prioritario del piano citato è “l’educazione alla parità e al rispetto delle differenze”, ovvero  avvicinare gli studenti ai temi legati alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza, alle regole fondamentali della convivenza civile, alla eliminazione degli stereotipi che sovente sono alla base di fenomeni di intolleranza e discriminazione, proponendo modelli alternativi di comportamento. Infatti, la proposta presentata dalla nostra scuola prevede azioni ed interventi mirati

 

a:
1) promuovere il rispetto reciproco;
2) sensibilizzare ed educare le nuove generazioni per prevenire fenomeni di violenza, aggressività, bullismo e cyberbullismo;
3) promuovere l’apertura al dialogo per conoscere e superare i conflitti interpersonali;
4) realizzare contenuti innovativi e sperimentali per prevenire e combattere il fenomeno della violenza nell’ambito scolastico e tra le nuove generazioni in generale.
Nella realizzazione del progetto si inserisce  il contributo di della Casa dei Giovani, associazione che con il suo centro anti- tratta e antiviolenza, opera da oltre 15 anni, per sostenere, aiutare, accogliere ed accompagnare le donne vittime di violenza, di tratta, di sfruttamento in percorsi di autodeterminazione, di presa di coscienza dei propri diritti, di emancipazione e di autonomia psicologica e materiale.

Per l’attuazione del progetto sono stati attivati laboratori dedicati agli allievi, ai loro genitori, ai docenti, così delineati:

- Un importante “blocco” formativo, diretto alle bambine ed ai bambini con la realizzazione di due Azioni, in orario extracurriculare per la durata di 60 h ciascuno, ovvero :

  • Azione 1: prevenzione e gestione del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.
  • Azione 2: promozione della parità di genere e della prevenzione della violenza di genere.

Le attività hanno preso avvio il 2 maggio 2017 e si concluderanno l’8  Giugno  2017

Le azioni prevedono l’intervento degli esperti esterni: dott. Leonardo Seidita (Azione 1) e la dott.ssa Angela Russo (Azione 2) ed il coordinamento di due docenti tutor: Tania Gallina e Vincenza Ventimiglia.

All’interno dei percorsi sono programmate due interventi educativi condotti “fuori” dalle mura scolastiche, seguendo l’ottica e l’approccio metodologico dell’apprendimento in situazione.

Due le date interessate e gli appuntamenti previsti:

  • 23 maggio 2017: partecipazione al 25° anniversario della strage di Capaci (marcia in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino)

  • 27 maggio 2017: partecipazione al 9° Festival Internazionale degli Aquiloni a San Vito Lo Capo: Visita guidata ed attività  finalizzate  a  condividere i valori dell’ amicizia e della tolleranza, coerenti con le finalità del progetto.

Allo scopo di fornire un’opportunità formativa il più possibile diffusa e capillare è stato altresì attivato un percorso in orario curriculare, della durata di 50 h in totale, curato dalla psicologa Dott. Russello Stefania, destinato a tutte le classi quinte (totale 117 allievi) con interventi formativi che “investono” i due assi del progetto : violenza di genere e bullismo e cyberbullismo

Ed inoltre:

  • Un percorso di formazione dedicato ai genitori, per la durata di 16 ore, curato dall’esperto esterno dott. Biagio Sciortino
  • Un Corso formazione docenti  per la durata di 16 ore, condotto dalla prof.ssa Stella Bertuglia, che avrà inizio nel mese di settembre.

Il prossimo 8  giugno è prevista la manifestazione finale del percorso destinato agli allievi , con la mostra dei lavori prodotti dai bambini e con la proiezione del  cortometraggio di documentazione del progetto curato e diretto dal regista Nico Bonomolo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Maggio 2017 18:31