“Scappa, curri, va a la scola"… Un abbraccio dalla scuola Cirincione
“Scappa, curri, va a la scola"… Un abbraccio dalla scuola Cirincione Stampa
Scritto da Il Dirigente scolastico Prof.ssa Vittoria Casa   
Giovedì 15 Settembre 2016 14:18

Con una cerimonia simbolica fatta da una semplice catena umana ed uno striscione le alunne e gli alunni  della scuola Cirincione hanno salutato, nel loro primo giorno di scuola, nel cortile dell’edificio, i loro coetanei dell’Italia centrale, duramente colpiti dal  terremoto nella notte del  24 Agosto scorso.

Sentiamo fortemente doveroso, per chi, come noi, torna alla “normalità” scandita dalla campanella che suona il  primo giorno di scuola,  abbracciare simbolicamente le bambine ed i bambini così dolorosamente colpiti.

Sappiamo che molti bambini  faranno lezione in prefabbricati, tende e strutture attrezzate e condividiamo pienamente il pensiero espresso dal sindaco di Amatrice, nel primo giorno di scuola: -"Fino a tre settimane fa qui c'era un mondo, un mondo che parlava di uno dei borghi più belli d'Italia. Per questo era importante partire dalla scuola, perché la scuola rappresenta il tassello fondamentale per far sì che quel mondo possa presto tornare ad essere quello che ci appartiene, a liberare quanto prima le tende per poter avviare il processo di ricostruzione". E ha aggiunto: "Venti giorni fa avevamo tutto. Ora non abbiamo più nulla, ma oggi ripartiamo da qui, da questa scuola, perché con essa abbiamo tutto. I nostri bambini dovranno avere la capacità di trasmettere solidarietà e amicizia”.

La scuola primaria Cirincione raccoglie e rilancia l’invito ad educare e coltivare nei bambini  la  solidarietà e lo slancio amicale. Sono valori che ci uniscono. Tutti.

Bagheria, 15/09/2016

Il Dirigente scolastico
Prof.ssa Vittoria Casa
Ultimo aggiornamento Martedì 04 Ottobre 2016 17:54